VOI SIETE IN: HOME > COMPAGNIE 2.0 > ADRIATICA NAVIGAZIONE > M/N TIZIANO (1980-93)

m/n tiziano

ADRIATICA FB Tiziano 03_Commis coll

Foto dalla collezione Commis #6304

 

Traghetto

Tiziano (1980)

Charter 1980

Costruzione

Cantieri Navali Apuania, Marina di Carrara, Italia, 1970 - N° 94

Chiamata radio

ICLD

Numero IMO

7035585

GRT

3.511

DWT

779

Dimensioni

101,20 x 16,03 x 4,34

Motori

2 Fiat GMT B3016SS, 5.884 kW

Velocità

18 nodi

Passeggeri

860

Letti

368

Capacità automobili

150

Garage

216 metri lineari

Navi Gemelle

 

Porto di registro

Venezia

Bandiera

Italiana

Nomi/Propr. Prec.

Tiziano – Linee Marittime dell’Adriatico 1970-80

Charter ad Adriatica Navigazione 1980

Nuovi Nomi/Propr.

Ivan Zajc – Jadrolinija 1993-04/2009

Bezyildiz – Ziganoy Shipping 04/2009-07/2010

Asaba 2 – Maurico Shipping 07/2010à

Linea

 

 

Ultima nave della Linee Marittime dell’Adriatico, come le prime tre è opera dei cantieri Apuania, che la consegnano nel 1970. Rispetto alla compagna di flotta immediatamente precedente è leggermente più grande, pur tuttavia mancando di celata di prua e relativa rampa. Nei dieci anni di servizio per questa compagnia collega le due sponde dell’Adriatico tramite i porti di Pescara e Spalato, servizio che mantiene nel 1981 quando passa ad Adriatica. Per la compagnia statale si alterna nei servizi invernali per la Jugoslavia alla Tiepolo, collegando Trieste ed Ancona con Zara e i porti di Ancona e Bari con Split e Dubrovnik; d’estate invece il porto base italiano della “Tiziano” è nuovamente Pescara, effettuando collegamenti per cinque giorni la settimana con Spalato e un viaggio da Spalato ad Ancona. Rimane per tredici anni in Adriatica, quindi nel 1993 viene venduta, rimanendo sempre in servizio tra Ancona e Spalato, però con i colori della Jadrolinija, per la quale prende il nome di “Ivan Zajc”. Negli anni il servizio rimane sempre lo stesso, collegando ogni tanto anche Stari Grad sull’isola di Korcula e talvolta utilizzata pure sulla lunga linea lungo la costa dalmata che parte da Rijeka e raggiunge Dubrovnik facendo scalo a Zara, Spalato e numerose isole, terminando talvolta la propria corsa a Bari. Dopo un breve periodo di linee interne croate, torna nuovamente a servire la sua linea d’esordio, la Pescara – Spalato. Nei giorni Adriatica aveva anche la piscina, probabilmente tolta dalla Jadrolinija, non avendola mai notata personalmente quando ho avuto occasione di incrociarla. Lascia finalmente l’Adriatico nel 2009 quando, a seguito della sua vendita ad una compagnia turca, prende l’impronunciabile nome di “Besyildiz” e la bandiera moldava per servire linee nel mar Nero; tuttavia questa avventura dura molto meno delle prime tre con Linee Marittime dell’Adriatico, Adriatica e Jadrolinija, lunghe un decennio ed oltre: dopo soli 15 mesi la nave viene venduta ad una compagnia della Guinea Equatoriale, che le conferisce il nuovo nome di “Asaba 2”, impiegandola probabilmente nei collegamenti dalla capitale Malabo, sull’isola di Bioko, al porto di Bata, sulla parte continentale della Guinea Equatoriale.

 

ADRIATICA FB Tiziano 04_Commis coll

LINEE MARITTIME DELL’ADRIATICO M/N Tiziano al varo – Foto dalla collezione Commis #6449

 

LINEE MARITTIME DELL'ADRIATICO FB Tiziano 01_Commis

LINEE MARITTIME DELL’ADRIATICO M/N Tiziano – Foto dalla collezione Commis #6467

 

ADRIATICA FB Tiziano 02_Matteo Fasce

Foto dalla collezione di Matteo Fasce, Venezia

 

ADRIATICA FB Tiziano 01_Stefanos Antoniadis coll

Foto dalla collezione di Stefanos Antoniadis, Ancona, 1985

 

JADROLINIJA FB Ivan Zajc 02_Georges Pop

JADROLINIJA M/N Ivan Zajc – Foto © Georges Pop, Ancona

 

JADROLINIJA FB Ivan Zajc 11_Personale 01Di05

JADROLINIJA M/N Ivan Zajc – Foto © Michele Lulurgas, Ancona, 01/12/05 #3232

 

FB Besyildiz 01_Brian Crocker 19Ot09

M/N Besyildiz – Foto © Brian Crocker, Sochi, 19/10/09 #9668

 

adriatica                                  home